Lo Statuto

STATUTO DELLA COMMISSIONE SPELEOLOGICA VERONESE


Premessa

La Commissione Gruppi Grotte Veronesi, costituitasi il 30 maggio 1977, riunitasi il giorno 5 gennaio 1999 ha deliberato di modificare il proprio Statuto approvando:

  • l’adozione del presente Statuto che sostituisce integralmente quello fino ad oggi vigente;
  • di modificare la denominazione dell’Associazione in “Commissione Speleologica Veronese”.


Statuto

Art. 1

La Commissione Speleologica Veronese, in seguito denominata CSV, è un’associazione apolitica e senza alcun fine di lucro.

Art. 2

La CSV ha come scopi:

a) sviluppare e coordinare armonicamente la ricerca speleologica, impegnandosi per il conseguimento di tale finalità ad una ampia collaborazione con enti, associazioni e persone specializzate, favorendo in particolar modo i contatti tra i Gruppi Speleologici;

b) la salvaguardia, la valorizzazione e la tutela degli ambienti carsici e del patrimonio speleologico;

c) promuovere attività di educazione ambientale, di divulgazione e di ricerca, con particolare riferimento all’ambiente ipogeo della provincia di Verona;

d) favorire e stimolare la pubblicazione di articoli attinenti la speleologia su riviste specializzate e promuovere la produzione di proprio materiale divulgativo;

e) favorire la promozione di iniziative collaborando strettamente con gli interlocutori interessati al fine di salvaguardare il patrimonio speleologico ed incentivare la crescita della speleologia veneta;

f) collaborare con l’organizzazione nazionale, regionale e locale del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico a cui la legislazione vigente demanda le funzioni di prevenzione e soccorso in ambito speleologico.

Al fine di perseguire tali scopi la CSV potrà istituire servizi in favore dei propri associati nelle modalità che essa ritiene più opportune.

La CSV, nell’ambito dei propri fini, può altresì aderire ad organismi di qualsiasi natura, locali, nazionali, internazionali, nonché avere partecipazioni in altri enti o associazioni.

Art. 3

La durata della CSV è fissata al 31.12.2059 e potrà essere una o più volte prorogata.

La CSV non potrà essere incorporata da altri organismi speleologici.

La CSV ha sede in Viale C. Colombo, 37138 Verona.

Art. 4

All’atto dell’entrata in vigore del presente Statuto la CSV è costituita dai seguenti Gruppi Speleologici:

  • Centro Ricerche Naturalistiche Monti Lessini, Verona
  • Gruppo Amici della Montagna, Verona
  • Gruppo Attività Speleologica Veronese, Verona
  • Gruppo Speleologico CAI, Verona
  • Gruppo Grotte Falchi, Verona
  • Gruppo Speleologico Montecchia, Montecchia di Crosara, Verona
  • Unione Speleologica Veronese, Verona

Possono far parte della CSV esclusivamente i Gruppi Speleologici della Provincia di Verona, cioè associazioni apolitiche senza fini economici o di lucro, che abbiano per scopo lo svolgimento di attività esplorativa e/o di ricerca nelle cavità ipogee, la divulgazione delle conoscenze acquisite nell’espletamento di tale attività e la protezione del patrimonio carsico.

Art. 5

I Gruppi Speleologici che aderiscono alla CSV conservano la propria autonomia gestionale.

Art. 6

L’adesione alla CSV è riservata ai Gruppi Speleologici aventi sede in provincia di Verona e che svolgono attività da almeno due anni.

Per essere ammesso alla CSV il Gruppo Speleologico deve presentare apposita domanda indirizzata alla Commissione stessa, allegando:

1) statuto del Gruppo;

2) indicazione di coloro che ricoprono le cariche sociali previste dallo Statuto;

3) dettagliata e documentata relazione dell’attività svolta negli ultimi due anni;

4) dichiarazione firmata dal Presidente del Gruppo richiedente di condivisione degli scopi sociali della CSV e di impegno nell’osservanza dello Statuto e degli obblighi sociali.

L’ammissione è deliberata a maggioranza dall’assemblea della CSV entro sei mesi dalla richiesta, previa verifica del possesso dei requisiti richiesti e della mancanza di elementi o situazioni di contrasto con gli scopi sociali della CSV.

Art. 7

La qualità di socio della CSV si perde:

a) per recesso con efficacia dalla data di presa d’atto da parte del Consiglio della CSV;

b) per esclusione deliberata dal Consiglio della CSV con la maggioranza dei 2/3 dei votanti,

previa contestazione degli addebiti almeno 30 giorni prima, nelle ipotesi di:

1) inadempienza degli obblighi e/o delle obbligazioni assunte verso la CSV;

2) incompatibilità della condotta del Gruppo associato con gli scopi e le finalità della CSV.

I Gruppi che cessano di appartenere alla CSV non conservano alcun diritto sul patrimonio.

Art. 8

Il patrimonio della CSV è costituito:

a) dalle quote associative corrisposte dai Gruppi aderenti;

b) da eventuali contributi conferiti da Enti o privati;

c) da eventuali proventi di attività della CSV;

d) da eventuali beni mobili.

L’impiego del patrimonio sociale viene deliberato dal Consiglio della CSV. In caso di scioglimento i materiali e le attrezzature verranno devoluti al Museo Civico di Storia Naturale di Verona.

Art. 9

Sono organi della CSV:

a) il Consiglio con funzioni deliberative;

b) il Presidente con funzioni esecutive e di rappresentanza legale;

c) il Segretario – Cassiere con funzioni esecutive.

Art. 10

Il Consiglio della CSV è composto da un rappresentante, con diritto di voto, per ogni Gruppo aderente. Il rappresentante deve essere socio del Gruppo aderente. Le adunanze sono valide quando intervenga la maggioranza dei consiglieri. Le decisioni, salvo diverse disposizioni previste dallo Statuto, vengono prese a maggioranza, in caso di parità la proposta si intende respinta.

Il Consiglio si riunisce ogni tre mesi ordinariamente e straordinariamente tutte le volte che il presidente lo ritenga opportuno o ne venga fatta richiesta da almeno tre Gruppi.

Le sedute del Consiglio sono pubbliche e ad esse possono assistere i Soci dei Gruppi affiliati.

Il Consiglio viene convocato alla fine di ogni anno per:

a) discutere il bilancio consuntivo;

b) discutere il bilancio preventivo;

c) procedere alla eventuale nomina delle cariche sociali;

d) deliberare su tutti gli altri oggetti attinenti alla gestione sociale riservati alla sua competenza dal presente Statuto o sottoposti al suo esame;

e) deliberare sulle modifiche dell’atto costitutivo, sulla proroga della durata e sullo scioglimento della CSV.

La convocazione del Consiglio può effettuarsi con comunicazione postale o telefonica almeno tre giorni prima della data fissata.

Potrà essere utilizzata qualunque altra forma di pubblicità diretta a meglio diffondere l’avviso di convocazione.

Il Consiglio è incaricato di tutte le operazioni riguardanti la realizzazione degli scopi della CSV della quale ha piena responsabilità di fronte a terzi e/o Enti.

Il Consiglio dirige e coordina l’attività della CSV, gestisce il suo patrimonio ed esercita tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione.

Art. 11

Il Consiglio elegge al suo interno il Presidente ed il Segretario-Cassiere che rimangono in carica tre anni e sono rieleggibili.

E’ compito del Presidente, coadiuvato dal Segretario-Cassiere:

  • curare l’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio;
  • redigere bilanci consuntivi e preventivi;
  • presiedere le sedute del Consiglio;
  • svolgere funzioni di rappresentanza della CSV.

I rappresentanti dei gruppi aderenti possono, ove lo si ritenga necessario, proporre, tramite il Presidente, al Consiglio la costituzione di comitati, temporanei o permanenti, la cui composizione, durata, finalità, organizzazione, nonché il referente che verrà invitato a relazionare, sono determinati dal Consiglio con apposita deliberazione. In caso di assenza o di impedimento temporaneo tutte le funzioni del Presidente vengono assunte dal Segretario-Cassiere.

Art. 12

Il presente Statuto può essere modificato dal Consiglio della CSV appositamente convocato, previa comunicazione ai rappresentanti dei Gruppi delle proposte di modifica almeno trenta giorni prima della seduta. Le proposte di modifica per essere accolte devono raccogliere il favore di almeno due terzi degli aventi diritto al voto. Per quanto non previsto dal presente Statuto valgono le norme del Codice Civile.


Verona, 5 gennaio 1999


CENTRO RICERCHE NATURALISTICHE MONTI LESSINI

GRUPPO AMICI DELLA MONTAGNA

GRUPPO ATTIVITA’ SPELEOLOGICA VERONESE

GRUPPO SPELEOLOGICO CAI

GRUPPO GROTTE FALCHI

GRUPPO SPELEOLOGICO MONTECCHIA

UNIONE SPELEOLOGICA VERONESE